La biostimolazione

Con il passare degli anni e anche a causa di diversi fattori la nostra pelle invecchia, perde elasticità, iniziando a mostrare solchi dapprima appena visibili e infine sempre più accentuati: le tanto temute rughe!

Tutte noi vogliamo evitare o, meglio, prevenire l’invecchiamento cutaneo, ricorrendo a creme e altri trattamenti estetici per recuperare l’aspetto giovanile e fresco della nostra pelle, ridonandone elasticità e morbidezza.

Cosa possiamo fare? Oggi ti parlo di un altro trattamento antietà: la biostimolazione.

Che cos’è la biostimolazione?

La biostimolazione è un trattamento medico-estetico che recupera e mantiene la pelle giovane e liscia, riorganizzando e ricostruendo la struttura cutanea, grazie all’aumento dell’idratazione della pelle e delle fibre di sostegno. Svolge quindi un’azione sia correttiva sia preventiva.

Funziona quindi come un’autorigenerazione della pelle e può essere effettuata sia sul viso sia sui altre parti del corpo. Previene il rilassamento dei tessuti e l’invecchiamento cutaneo.

Quando è necessaria la biostimolazione

Tu dirai: appena appaiono le prime rughe!

In realtà la biostimolazione è utile anche e soprattutto per prevenirle. È un trattamento che combatte ogni inestetismo del viso e del corpo, non solo rughe, ma anche macchie sulla pelle e problemi di disidratazione della cute, aree particolari del corpo come l’interno delle braccia e il dorso delle mani, e perfino la presenza di acne.

Non è quindi un trattamento estetico cui ricorrere in età avanzata, ma anche da giovani, se vogliamo mantenere la nostra pelle idratata ed elastica.

Come funziona la biostimolazione

Per il trattamento estetico della biostimolazione, non invasivo, utilizzo il cosiddetto biostimolatore: uno strumento che, grazie a una serie di micromassaggi, aumenta l’idratazione a livello cellulare, stimolando una maggiore produzione di collagene.

Utilizzo 2 tipi di biostimolatori:

  1. Fotostimolatore: emissione di luce che modula l’attività cellulare. Le cellule della pelle assorbiranno i fotoni, ripristinando la funzionalità e il ringiovanimento della cute. È un trattamento sicuro, non tossico né invasivo e non ha effetti collaterali. Il fotostimolatore usa specifiche lunghezze d’onda della luce, producendo un effetto terapeutiche sulla pelle. Migliora le prestazioni delle cellule dei fibroblasti e aumenta la produzione di collagene ed elastina nel tessuto connettivo.
  2. Biostimolatore con ozono: possiamo chiamarla ozonoterapia. L’azione dell’ozono migliora la replicazione delle cellule, rendendo la pelle vitale e fresca. Anche questo trattamento non presenta effetti collaterali né controindicazioni, ma è un procedimento del tutto naturale.

I benefici della biostimolazione

Gli effetti biologici della biostimolazione sono:

  • un miglioramento della struttura della pelle
  • un miglioramento della vascolarizzazione
  • la diminuzione della profondità delle rughe
  • l’aumento del tono della pelle

Grazie a questi effetti la pelle si mantiene sana, fresca, giovane, proprio in virtù dell’ossigenazione dei tessuti, che ridonano compattezza alla pelle.

Ti ha incuriosito la biostimolazione? Contattami e parliamone!


Leave a Reply