Trattamento antietà Avant-Garde XMF

Quante di noi hanno problemi di rughe e vorrebbero una pelle del viso sempre giovane e liscia? Certo, bisogna iniziare a prevenire le rughe fin dall’età di vent’anni, scegliere una buona crema antirughe, condurre una vita che non acceleri il processo d’invecchiamento della pelle.

Tuttavia esistono dei trattamenti per il viso che vi vengono in aiuto quando la nostra pelle ha bisogno di cure e di attenzioni.

Oggi ti voglio parlare di un trattamento che offriamo nel nostro centro estetico, un massaggio modellante che si basa su un importante principio attivo, totalmente naturale e soprattutto efficace nel ridonare alla pelle la sua lucentezza ed elasticità.

Il principio attivo XMF per la tua pelle

Sai così l’XMF? È un acronimo che significa “Extra Marine Filler” e viene chiamato anche zucchero marino. È un ingrediente biotecnologico naturale al 100%, con proprietà leviganti e densificanti per la pelle.

È un principio attivo che ha anche proprietà ringiovanenti, perché dona alla pelle del viso non solo levigatezza, attenuandone le rughe, ma anche un aspetto più compatto e luminoso.

Questo principio attivo è stato scoperto da alcuni ricercatori nel Mare d’Iroise, una parte dell’Oceano Atlantico, in Francia: è uno zucchero prodotto da un microrganismo planctonico, che ora viene coltivato in un laboratorio tecnologico.

Applicato sulla pelle, è come un film naturale, invisibile, che stimola la produzione di collagene, elastina e acido ialuronico, rassodando così la pelle.

Il trattamento antietà Avant-Garde

Come ti ho accennato, è un massaggio modellante per il viso, le labbra e il décolleté, che dà risultati veloci. Il trattamento XMF dura 75 minuti.

Applicherò 2 maschere insieme al siero densificante e alla fine del trattamento noterai immediatamente la differenza rispetto a prima. La tua pelle apparirà più luminosa, grazie alle proprietà del principio attivo XMF, più giovane e morbida.

Ti ha incuriosito questo trattamento? Scrivimi per scoprire di più o prenotare un massaggio.


Leave a Reply